26 lettere dal confine, al Macro Asilo di Roma (gennaio – dicembre 2019)

26 lettere dal confine è un gioco collaborativo che si svolge sia on line, sia dal vivo negli spazi di Macro Asilo (via Nizza, Roma), da gennaio a dicembre 2019.

Il gioco si ispira alle comunità “Lexicongame”, volte a creare enciclopedie fittizie su argomenti paralleli (fantasy, distopie, storie alternative), dove ciascun partecipante scrive delle “voci” che contengono a loro volta termini da definire. Gli altri giocatori sono tenuti a scrivere le definizioni dei termini mancanti andando via via a costruire una enciclopedia reticolare, le cui parti sono indipendenti e correlate al tempo stesso.

Il tema di questa versione del lexicongame è quello del confine, dei confini intesi come linee di demarcazione che dividono aree geografiche, spazi, popoli, città, case, pianeti, corpi, identità…Al termine del gioco, tutte le voci redatte possono costituire la base di una narrazione, di un atlante esplorabile, di una plancia di gioco, di un libro da manipolare, di un abbecedario.

Nel nostro caso, l’esito del Lessico sarà proprio un abbecedario composto da 26 tavole – una per ogni lettera dell’alfabeto – ispirate alle voci scritte dai redattori.
Le 26 tavole saranno opera di altrettanti disegnatori – in massima parte allievi e allieve dell’Accademia di Belle Arti di Roma (via Ripetta) – coordinati da
ll’artista  Pietro Ruffo che realizzerà anche la prima e la quarta di copertina del libro.
A questo link > Informazioni per partecipare alla realizzazione delle tavole, che saranno presentate nel dicembre del 2019 al Macro Asilo. 

A questo link > Informazioni sulla prima fase del gioco, la redazione delle voci, che si è conclusa nel marzo 2019.

(nell’immagine: Pietro Ruffo, Constellation 2, ink on paper laid on canvas and cut outs
2019, courtesy artista)